La ConfConsumatori in pista per difendere i cittadini danneggiati dagli allagamenti del Turano.

Diadmin

La ConfConsumatori in pista per difendere i cittadini danneggiati dagli allagamenti del Turano.

La ConfConsumatori in pista per difendere i cittadini danneggiati dagli
allagamenti del Turano. Il dito dell’ associazione è puntato sul gestore della
diga del Turano, la Erg.
«Le autorità di gestione della diga – spiegano i legali dello sportllo di Rieti –
hanno deciso di spalancare le porte alle acque del lago, determinando, come
prevedibile, l’ allagamento di buona parte della Piana Reatina e zone limitrofe,
costringendo alla chiusura di ponti e strade essenziali per l’ accesso e l’ uscita
dalla città».
La volontà dell’ associazione è di approfondire quanto successo, per tutelare i
consumatori, che questa volta sono proprietari di abitazioni, spazi commerciali
o di terreni.
«Appare strano – afferma l’ avvocata Francesca Tilli, responsabile dello
sportello di Rieti della ConfConsumatori – come solo all’ esito di innumerevoli
ed eccezionali intemperie, sebbene la diga già da tempo sembrasse aver
raggiunto un consistente volume, siano state aperte le paratie in un momento
in cui la città era già sovraccarica dalle eccessive piogge». I disagi e i danni sono ormai sotto gli occhi di tutti e
proprio da qui partirà il lavoro dei legali reatini, che si dichiarano pronti a schierarsi per eventuali azioni legali.
«ConfConsumatori – conclude Tilli – si batterà per salvaguardare i diritti dei consumatori nonché per formulare una
eventuale richiesta di risarcimento dei danni causati a persone e beni.
Resta attiva la nostra e-mail info@confconsumatoririeti.it per ricevere tutte le segnalazioni e richieste di
appuntamenti». Non resta che attendere ulteriori sviluppi, ma di sicuro in relazione ai danni e alle polemiche
sollevate dagli allagamenti, gli strascichi legali in questa vicenda, al momento, sembrano molto probabili.

Info sull'autore

admin administrator

Commenta